Salta al contenuto


Foto

Economia o lingue orientali?

università economia lingue orientali torino

  • Connettiti per replicare
7 repliche nella discussione

#1 Leslie_burke

Leslie_burke

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 7 Messaggi

Inviato 16 June 2014 - 05:15 PM

Spero davvero di ricevere qualche consiglio su un dubbio che ho ormai da molti mesi...

 

Fin da piccola ho sempre amato il Giappone, compresa la lingua... sto studiando da autodidatta, e con aiuto di dizionari/Internet per grammatica e vocaboli riesco a leggere, sebbene lentamente, volumi di Bakuman, Death Note e Kuroshituji in lingua originale... ho usato RTK 1, quindi con i kanji sto messa abbastanza bene, i vocaboli so quelli base, del livello 5 degli esami internazionali di Giapponese (dai, quelli famosi di cui non mi viene il nome xD) e altri che trovo e aggiungo ad Anki quando leggo varia roba. Ad ascolto sono messa peggio, purtroppo.

 

Adesso ho frequentato il primo anno di economia, stupendo tutti i miei conoscenti che erano convinti avrei studiato lingue orientali. Per motivi di salute per adesso ho dato solo un esame, ma spero per settembre di passare anche gli altri e potermi iscrivere al secondo (sto studiando un sacco...). Il dubbio è che in realtà avrei voluto tantissimo studiare lingue orientali, a Torino, dove vivo... ciò che mi ha frenato è che mi chiedo quante possibilità di lavoro, fuori dall'Italia, ci siano con quella laurea. Inoltre come ho detto un po' di lingua la so già... economia mi piace, ma so che una parte di me rimpiangerà per sempre non aver rischiato e aver studiato lingue.

 

Secondo voi, per trovare lavoro in Giappone, mi conviene continuare a studiare economia e giapponese per conto mio, magari dando gli esami di lingua internazionale, oppure cambiare e studiare lingue orientali? Come lavoro in generale, non necessariamente in Giappone, secondo voi apre più possibilità di trovarne, in questi tempi di crisi, una comunissima laurea in economia (ancora non so proprio con che specializzazione...) o una più particolare laurea di lingue orientali (Giapponese, non cinese ovviamente)?

 

Purtroppo ho letto varie discussioni e esperienze, e molti non sembrano felici di aver studiato lingue orientali, e anche questo mi trattiene dal cambiare facoltà nonostante i miei genitori approverebbero questa scelta...

 

Se avere letto tutto il papiro che ho scritto meritate già un grazie per questo :)



#2 Sir Drake

Sir Drake

    Mercante 商人

  • Moderatore
  • 568 Messaggi
  • LuogoMilano

Inviato 16 June 2014 - 05:29 PM

Opinione personalissima... da prendere assolutamente con le molle visto che non ho frequentato nè lingue nè economia... 
Ma ho l'impressione che soprattutto all'estero una laurea in lingue non abbia un valore particolarmente rilevante, è più importante avere una conoscenza certificata a livello internazionale (quindi superare i vari livelli del JLPT, l'esame di cui non ti veniva in mente il nome).

Con economia non è che fai un boost in avanti pazzasco ma, per il mio modo di vedere la questione, un conto è essere laureata in economia e sapere il giapponese (certificato JLPT) e un altro essere laureata in lingue orientali... e basta...
 

Nel secondo caso sì che saresti una normalissima laureata in lingue orientali, nel primo caso avresti delle skill particolari che ti permetterebbero di distinguerti dalla massa degli altri laureati in economia. 

Ripeto, è solo la mia personale opinione in merito ;)



Lucy:
“La vita, Charlie Brown, è come una sedia a sdraio!
Non sei mai stato su una nave da crociera? Alcuni piazzano la loro sedia a poppa: vogliono vedere dove sono già stati.
Altri mettono la loro sedia a prua: vogliono vedere dove stanno andando.
Sulla nave della vita, Charlie Brown, dove è la tua sedia a sdraio?"


Charlie Brown: "Non sono mai riuscito ad aprirne una!"

#3 Udon

Udon

    Mercante 商人

  • Moderatore
  • 704 Messaggi
  • LuogoVarese

Inviato 16 June 2014 - 07:49 PM

Neanch'io ne so molto, però conosco persone che hanno scelto di studiare lingue orientali spinte da una passione per il Giappone, e se ne sono un po' pentite.
Questo perché devi studiare anche altre lingue, e dare anche altri esami... però una ragazza è arrivata a dirmi che tutto il resto le prendeva così tanto tempo da non averne per dedicarsi al giapponese.
Grosso modo quoto quello che ha detto Drake... Alla fin fine quello che conta è il JLPT, però sarebbe sicuramente un bell'impegno studiarsi per conto proprio il giapponese (magari seguendosi un corso), dovendosi preparare anche per gli esami universitari.
Pensi che saresti in grado di portare avanti entrambe le cose, oppure ti peserebbe troppo?

Alla fin fine tu la tua scelta l'hai fatta, e quest'anno non sembra esserti dispiaciuto. Com'è stata invece la resa nello studio del giapponese da quando frequenti economia? ;)


L'ombra del bambù spazza gli scalini di pietra
Ma la polvere resta.
La luna si riflette sul fondo dello stagno
Ma non tocca l'acqua.


Matsuo Basho

#4 Leslie_burke

Leslie_burke

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 7 Messaggi

Inviato 16 June 2014 - 08:23 PM

Grazie a entrambi per le risposte... in effetti il problema è un po' quello sottolineato da Udon: trovare il tempo per entrambe è davvero difficile. Da quando ho iniziato economia il mio livello di Giappo è sicuramente sceso. Del resto sono però convinta che impegnandomi seriamente potrei portare avanti entrambe le cose... diciamo che un po' quest'anno credo di non essermi impegnata al massimo, ma dovevo anche capire come "funzionava" l'università, già adesso va molto meglio. Per farla breve credo che se uno ci tiene realmente sia possibile arrivare ad un livello discreto di Giapponese e portare avanti un corso universitario... certo, dirlo è più facile che farlo, e potrei sbagliarmi, ma credo che rimarrò ad economia... poi in effetti ha ragione anche Drake: sono due percorsi differenti, e credo di preferire economia + giapponese per il solito discorso che il giapponese in Giappone lo sanno tutti...



#5 spin13

spin13

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 85 Messaggi
  • LuogoTokyo

Inviato 17 June 2014 - 03:35 AM

Come gli altri conosco qualche persone che hanno preso la laureate in Giapponese e, tranne loro che hanno studiato anche un altro corso, se ne sono pentite.  Non conosco bene i modi d'universita italiane (non sono italiano, che forse puoi riconoscere dai sbagliati grammaticali :P) ma non puoi prendere due corsi simultaneamente?

 

Credo che sai bene, ma ti dico comunque: nel piccolo paese di Giappone sono gia piu di cento milione persone che possono parlare la lingua Giapponese e c'e pochissima bisogna della lingua italiana.  A meno che non vuoi lavorare la linguistica o simile, penso che sia meglio da frequentare una laurea in economia (considerato che hai detto te la piace) e trovi il tempo di studiare il Giapponese come un'autodidatta.



#6 lunaticgate

lunaticgate

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 50 Messaggi
  • Luogo東京都府中市

Inviato 18 June 2014 - 01:53 AM

Lingue orientali è una facoltà che ti arricchisce dal punto di vista culturale e di conoscenza ma vale meno di zero, senza offese. Conosco molte persone che se ne sono pentite. Io vivo a Tokyo e ti posso dire che richiedono competenze molto specifiche e per la lingua, la "nostra" laurea in lingue non vale niente, il riconoscimento più importante è il JLPT.

Discorso diverso per chi vuole intraprendere la carriera universitaria, conosco un paio di persone che ce l'hanno fatta (entrambe sono ricercatrici all'università di Kyoto) ma avevano la copertura economica molto forte dei genitori e delle borse di studio vinte.

In bocca al lupo per tutto!



#7 ミルコ 八十九

ミルコ 八十九

    Mercante 商人

  • Utente
  • PuntoPuntoPunto
  • 468 Messaggi
  • LuogoTreviso

Inviato 20 June 2014 - 03:02 PM

Condivido anch'io l'idea che studiare il giapponese e basta non sia il massimo.
Meglio piuttosto studiare il giapponese per conto proprio e nel fra tempo studiare qualcosa altro o fare un lavoro potenzialmente ricercato in Giappone come il pizzaiolo o il cuoco dato che li i ristoranti italiani non mancano.
"C'è una cosa che nessuno, a questo mondo, ha mai visto.
E' soave e molto dolce.
Probabilmente, se la si potesse avere, la vorrebbero tutti.
Ma è proprio per questo che nessuno la mai vista.
Il mondo l'ha nascosta, perché non fosse possibile ottenerla tanto facilmente.
Ma, prima o poi, qualcuno la troverà.
La sola persona destinata ad averla, riuscirà a trovarla."

#8 Leslie_burke

Leslie_burke

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 7 Messaggi

Inviato 20 June 2014 - 06:08 PM

Come gli altri conosco qualche persone che hanno preso la laureate in Giapponese e, tranne loro che hanno studiato anche un altro corso, se ne sono pentite.  Non conosco bene i modi d'universita italiane (non sono italiano, che forse puoi riconoscere dai sbagliati grammaticali :P) ma non puoi prendere due corsi simultaneamente?

 

Credo che sai bene, ma ti dico comunque: nel piccolo paese di Giappone sono gia piu di cento milione persone che possono parlare la lingua Giapponese e c'e pochissima bisogna della lingua italiana.  A meno che non vuoi lavorare la linguistica o simile, penso che sia meglio da frequentare una laurea in economia (considerato che hai detto te la piace) e trovi il tempo di studiare il Giapponese come un'autodidatta.

Complimenti per l'Italiano, è tra le lingue più difficili, e nonostante non sia perfetto è davvero molto buono :)

 

Grazie di nuovo a tutti per i consigli, che purtroppo erano quelli che mi aspettavo, e non che desideravo. E questa è la dura realtà dei fatti... fare ricerca universitaria non sarebbe male, ma non è un rischio che mi sento di correre, dato che purtroppo non ho soldi da rischiare... vorrà dire che vado avanti con economia cercando di fare qualcosina di Giappo comunque...







Also tagged with one or more of these keywords: università, economia, lingue orientali, torino

0 utenti stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi