Salta al contenuto


Foto

Omiai, il matrimonio combinato giapponese


  • Connettiti per replicare
25 repliche nella discussione

#1 Ashitaka

Ashitaka

    Daimyo 大名

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 4721 Messaggi
  • LuogoMilano

Inviato 18 April 2010 - 11:11 AM

Leggendo qua e là ho accumulato qualche notizia sulla pratica degli omiai. Spero di non aver scritto blasfemie :aa4:

In occidente nella quasi totalità dei casi le coppie si sposano per amore, infatti il matrimonio al di fuori di questo sentimento è identificato con un termine negativo, cioè “il matrimonio d'interesse”, mentre i matrimoni combinati sono caduti in disuso (salvo qualche sporadica eccezione) da diversi decenni. Anche se, non fa mai male ricordarlo, in Italia fino a qualche decennio fa, erano una pratica esistente, specialmente in alcune zone d'Italia.
In Giappone oltre al matrimonio per amore esiste la pratica comune e consolidata del “matrimonio combinato” o “miai-kekkon, più comunemente chiamato “omiai”, verso il quale non esiste e non è mai esistita riprovazione sociale, anzi, all'omiai è riconosciuta una valenza sociale.
Nei tempi antichi il matrimonio avveniva all'interno del “mura” , la comunità. La coppia si conosceva da sempre perché era nata e cresciuta nella stesso villaggio.
Successivamente il matrimonio rientro nella sfera dello “ie”, cioè sul nucleo familiare, quindi il capofamiglia decideva se il futuro /sposo/a era adatto al proprio figlio/a. Lo scopo era garantire alla famiglia il mantenimento dello status sociale o, addirittura, migliorarlo con un matrimonio che facesse trarre un beneficio ad entrambe le famiglie capostipiti. Basti pensare ai matrimoni del periodo Tokugawa tra i mercanti ricchi, che avevano comunque uno status sociale basso, e le famiglie samuraiche cadute in disgrazia. Con quelle unioni il mercante capofamiglia acquisiva lo status sociale per il figlio/a e futuro sposo/a, ed il capofamiglia samurai, in cambio, ne otteneva i benefici economici per il figlio/a e futuro sposo/a, ma entrambi i gruppi familiari, mercante e samurai, ne risultavano avvantaggiati.
Oggi il matrimonio è basato sulla scelta personale della coppia, però le consuetudini passate sono resistite grazie all'omiai, che in passato era pratica comune.
Infatti, oltre ai motivi economici che in taluni casi permangono tutt'ora, la motivazione principale all'omiai moderno è che il single è una figura socialmente osteggiata, ad una certa età, circa 30 anni, ci si deve sposare. Questa pressione è subita specialmente dalle donne, a cui è “permessa” la vita da single fino ai 30 anni, scattata questa fatidica età la società ci si aspetta che si sposino (di solito abbandonando il lavoro) e si dedichino ai figli.
Esiste un modo di dire giapponese nei confronti delle donne trentenni non sposate, purtroppo non lo ricordo con precisione, dovrebbe concernere “il poco interesse che ispirano le torte di compleanno il giorno dopo il compleanno” (se non sbaglio). Questo per rendere l'idea della pressione sociale che le donne subiscono.
Inoltre il molto tempo passato a lavoro riduce la possibilità di fare incontri, quindi l'omiai svolge il compito di far incontrare le coppie che secondo i parenti/amici/colleghi potrebbero arrivare a sposarsi.
Per celebrare un matrimonio tramite l'omiai esiste, ovviamente (altrimenti non sarebbe una tradizione giapponese), una prassi ben codificata.
Un “nakodo”, sensale, svolge l'incarico affinché ci sia il primo contatto tra le famiglie e gli “individui interessati”.
Il nakodo può essere sia un parente di una delle 2 coppie o, più comunemente, una figura che svolge regolarmente questa funzione. In pratica un/a professionista, la cui serietà ed affidabilità è riconosciuta da tutti, motivo per il quale ci si rivolge a lui o lei.
Ma il nakodo è anche una persona che semplicemente conosce i due single e, magari con l'assenso delle due famiglie o di una di esse, decide di farli conoscere. Anche il capo ufficio può diventare nakodo e, questo implica, che i due futuri sposi sono e saranno colleghi di lavoro. Il nakodo capo ufficio nasce dal fatto che avere dipendenti sui 30 anni non sposati viene considerato negativo dal punto di vista del rendimento lavorativo o, anche solo, per il semplice fatto che a 30 anni la consuetudine sociale impone che ci si sarebbe già dovuti sposare.
Tornando alla prassi dell'omiai...
Le prime informazioni scambiate tramite il nakodo sono solitamente un documento scritto, chiamato “tsurisho”, con allegate le foto dei papabili futuri sposi. Le informazioni dello tsurisho riguardano, oltre il lavoro (e quindi ovviamente il reddito specialmente dello sposo) e gli eventuali hobbies, la famiglia di appartenenza. Motivo per il quale taluni cercano di nascondere il fatto di discendere da talune categorie sociali poco appetibili, tipo i burakumin.
In questa fase di valutazione “del curriculum vitae pro matrimonio”, cioè lo tsurisho, un'informazione che è considerata importante riguardo agli uomini, oltre al fatto estetico (la foto scambiata), lo stipendio e le eventuali discendenze sgradite, è se l'uomo è un primogenito o figlio unico. Cosa che implicherebbe, secondo la prassi sociale, che la futura moglie si faccia carico dei suoceri quando saranno anziani. Questo fatto spinge molte donne a preferire i secondogeniti o futuri sposi con genitori defunti.
Nel caso in cui lo tsurisho soddisfi i futuri sposi ed eventualmente le loro famiglie, se queste sono così invadenti da pretendere di decidere per i figli, il nakodo organizza un incontro tra i futuri sposi, con la presenza dei genitori, questa fase si chiama, appunto, “omiai”.
Se il primo incontro soddisfa la coppia ci sarà un periodo di frequentazione durante il quale i due decideranno se “questo matrimonio non s'ha da fare” oppure “questo matrimonio s'ha da fare”.
Statisticamente i divorzi fra coppie nate da un omiai è molto più basso rispetto ai “matrimoni d'amore”, questo perché le aspettative verso il partner della coppia sono inferiori, in pratica non sussiste la fase del disinnamoramento.

CAMPAGNA NAZIONALE PER L'USO CONSAPEVOLE DEL MOTORE DI RICERCA INTERNO DEL FORUM




http://www.giapponef...page__hl__topic


#2 Murasaki

Murasaki

    Samurai 侍

  • Moderatore
  • 2247 Messaggi
  • Luogo東京

Inviato 18 April 2010 - 11:57 AM

Bel topic,interessante. In effetti l'omiai sembra esistere ancora, una mia amica giapponese se ne è fuggita in italia perchè la mamma aveva cominciato con gli album dei pretendenti!!

La citazione delle torte si riferisce alla "Christmas cake" :le donne giapponesi dopo i 25 (ecco perchè Natale,25 dicembre),sono difficili da piazzare (proprio come le torte natalizie,che vengono vendute fortemente scontate il giorno dopo la festa)

Se ti va, passa a salutarmi su

Greeneyedgeisha

 


#3 Ashitaka

Ashitaka

    Daimyo 大名

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 4721 Messaggi
  • LuogoMilano

Inviato 18 April 2010 - 12:17 PM

La citazione delle torte si riferisce alla "Christmas cake" :le donne giapponesi dopo i 25 (ecco perchè Natale,25 dicembre),sono difficili da piazzare (proprio come le torte natalizie,che vengono vendute fortemente scontate il giorno dopo la festa)


Ah ecco, brava! Riguardava la torta di Natale, non il compleanno.

CAMPAGNA NAZIONALE PER L'USO CONSAPEVOLE DEL MOTORE DI RICERCA INTERNO DEL FORUM




http://www.giapponef...page__hl__topic


#4 Momoアレ~♥

Momoアレ~♥

    Ronin 浪人

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPunto
  • 1255 Messaggi
  • LuogoMestre (VE)

Inviato 18 April 2010 - 12:39 PM

[Ho spostato la discussione qui ;) ]

Comunque è PAZZESCO che una donna dopo i 25 sia difficile da piazzare, considerando che loro sembrano delle ragazzine adolescenti fino ai 30 anni, di aspetto fisico.

Mi fa venire l'ansia sapere che in Giappone la giovinezza duri così poco...è pazzesco.

www.crystal-lily.forumfree.it
Immagine Postata

#5 Murasaki

Murasaki

    Samurai 侍

  • Moderatore
  • 2247 Messaggi
  • Luogo東京

Inviato 18 April 2010 - 01:48 PM

io a marzo di quest'anno sono scaduta T^T

Se ti va, passa a salutarmi su

Greeneyedgeisha

 


#6 TommyLeeRay

TommyLeeRay

    Samurai 侍

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 1856 Messaggi

Inviato 18 April 2010 - 02:26 PM

Momo: ricordo che da piccolo guardavo Maison Ikkoku e sentii Kyoko dire: Ormai sono vecchia, ho già 22 anni" sono rimasto quantomeno perplesso! :D

#7 lilyth

lilyth

    Samurai 侍

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 1542 Messaggi

Inviato 18 April 2010 - 02:38 PM

e io cosa dovrei dire? ormai altro che scaduta.....
bè di stranezze in giappone ce ne sono parecchie e devo dire dopo averne lette tante su questo forum che la cosa nn mi sorprende più di tanto, anche se credo che queste pratiche ormai siano (spero) più sporadiche rispetto al passato :scratch_one-s_head:

#8 Ashitaka

Ashitaka

    Daimyo 大名

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 4721 Messaggi
  • LuogoMilano

Inviato 18 April 2010 - 02:42 PM

io a marzo di quest'anno sono scaduta T^T



Sei un yogurt? :aa15: A che gusto? :aa16:

Tra le varie letture due fatti mi hanno colpito, tra i tanti.

Il fatto, più volte letto (anche con interviste scritte alle donne), del rifiuto a sposare primogeniti, che vengono scartati a priori fin dal momento di leggere lo tsurisho. Tanta è la paura di avere a che fare coi suoceri, specialmente LA suocera, che secondo me è maggiore dell'eventuale peso di dover accudire degli anziani. E qui si entrebbe nel campo delle angherie che la suocera fa nei confronti della nuora del primogenito.

Il fatto che un capoufficio, ma vale per qualsiasi non amico o non parente, si permetta di intromettersi nella vita sentimentale di un sottoposto. Già lo considero poco digeribile se fatto da un amico/a (i parenti poi non devono proprio impicciarsi), però ci può stare che un amico/a possa "intromettersi" entro certi limiti. E' accettabile il far conoscere qualcuno/a, ma non oltre.
Ma che un tizio, in qualità di superiore gerarchico, si impicci dei cavoli miei proprio non lo tollero.

CAMPAGNA NAZIONALE PER L'USO CONSAPEVOLE DEL MOTORE DI RICERCA INTERNO DEL FORUM




http://www.giapponef...page__hl__topic


#9 Ashitaka

Ashitaka

    Daimyo 大名

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 4721 Messaggi
  • LuogoMilano

Inviato 18 April 2010 - 02:48 PM

e io cosa dovrei dire? ormai altro che scaduta.....
bè di stranezze in giappone ce ne sono parecchie e devo dire dopo averne lette tante su questo forum che la cosa nn mi sorprende più di tanto, anche se credo che queste pratiche ormai siano (spero) più sporadiche rispetto al passato :scratch_one-s_head:


Un altra donna yogurt? :aa15: Gusto? :aa13:

Ovviamente non ho una statistica aggiornata, ma credo che siano abbastanza frequenti, comunque più di quanto noi potremmo pensare. Almeno come tentativo di genitori, partenti o amici, che poi l'interessato/a si rifiuti è un altro discorso, ma secondo me, da quel che ho potuto leggere, il tentativo di iniziare il discorso omiai c'è sovente, nei casi che, secondo la società, lo richiedono.

CAMPAGNA NAZIONALE PER L'USO CONSAPEVOLE DEL MOTORE DI RICERCA INTERNO DEL FORUM




http://www.giapponef...page__hl__topic


#10 bakabakashi

bakabakashi

    Artigiano 職人

  • Utente
  • PuntoPunto
  • 302 Messaggi

Inviato 18 April 2010 - 03:55 PM

Anche se so bene che i dorama sono fiction, il fatto che anche in dorama molto recenti continuino a riproporre scene di omiai mi fa concludere che la pratica sia tutt'ora diffusa. Io quest'ossessione per il matrimonio non la capisco proprio... anche perchè non mi sembra che per le donne sposate sia tutta questa manna! :scratch_one-s_head:
Stiamo tutti in una fogna, ma alcuni di noi guardano le stelle. (Oscar Wilde)

#11 Murasaki

Murasaki

    Samurai 侍

  • Moderatore
  • 2247 Messaggi
  • Luogo東京

Inviato 19 April 2010 - 01:38 AM

Penso che l'omiai sia ancora necessario nella società giapponese. Immagino che l'erede di una multinazionale sia destinato ad avere un matrimonio combinato,ma anche nei casi di gente "comune"la difficoltà a relazionarsi con l'altro sesso rende praticamente impossibile trovare un partner.
Mi baso sull'esperienza di una mia amica giapponese (quindi non generalizzo): lei sostiene che siccome in ufficio non c'è nessuno di interessante ha difficoltà a trovare un ragazzo. Mi spiegava come i giapponesi tendono a cercare un compagno all'interno del loro gruppo lavorativo,è impensabile andare in un bar e socializzare "al di fuori"
Poi è ovvio che ogni tanto(raramente direi) mi capita di andare a qualche evento "italiano" o"per stranieri" a Tokyo ed è pieno di giapponesi che cercano di abbordarti,ma questo è un altro discorso...

Comunque ho concluso che i giapponesi hanno bisogno di essere "aggregati"da qualcuno perchè da soli non lo farebbero(ed ecco perchè a scuola ci sono i circoli, dopo il lavoro i nomikai,ecc--).Per noi l'omiai è impensabile,ma se si riflette su alcuni aspetti della società giapponese in alcuni casi è utile.

Per quanto riguarda le suocere,anche io ho sempre sognato un principe azzurro orfano!! :sarcastic_hand: :sarcastic_hand: La cosa peggiore è che di solito un figlio soltanto si prende carico dei genitori,non si fa a turno come si farebbe in italia. Questo perchè in giappone l'eredità non si divide in modo equo tra i figli(in italia le leggi lo impongono), chi si prende carico dei genitori si prende anche la casa e il resto.
Comunque giappone e italia penso che vantino le suocere più fetenti del mondo. Vi consiglio il drama "Tonari no Shibafu"che tratta la vita quotidiana di una casa in cui è piombata la mamma di lui. Sconvolgente!

Se ti va, passa a salutarmi su

Greeneyedgeisha

 


#12 lilyth

lilyth

    Samurai 侍

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 1542 Messaggi

Inviato 19 April 2010 - 01:05 PM

una curiosità, il divorzio in giappone come è visto? :scratch_one-s_head:

x ora lo posto quì poi al max se i moderatori preferiscono apro una discussione in proposito

#13 Ashitaka

Ashitaka

    Daimyo 大名

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 4721 Messaggi
  • LuogoMilano

Inviato 19 April 2010 - 04:09 PM

una curiosità, il divorzio in giappone come è visto? :scratch_one-s_head:

x ora lo posto quì poi al max se i moderatori preferiscono apro una discussione in proposito


In uno dei libricini di Keiko Ichiguci ci sono parecchie informazioni sulle pratiche burocratiche (che vi sorpenderanno!) per il matrimonio e il divorzio, sul matrimonio ci sono anche info sulla cerimonia.

Se apri una discussione apposita vedo di trascriverle a grandi linee :aa6:

CAMPAGNA NAZIONALE PER L'USO CONSAPEVOLE DEL MOTORE DI RICERCA INTERNO DEL FORUM




http://www.giapponef...page__hl__topic


#14 sari

sari

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 43 Messaggi
  • LuogoFirenze

Inviato 19 April 2010 - 09:27 PM

o mamma mia.... io sono scaduta ben oltre la data di scadenza.... direi da cestinare ahahah... :aa18:

come gusto mi reputo una vaniglia! si si.... sta bene con la cioccolata, con la frutta e pure coi cereali.... sisi sono una vaniglia! :aa2:

Cmq anche a me darebbe un fastidio enorme sentir qualcuno impicciarsi dei miei "affari/problemi non" di cuore, che se ne sta al di fuori del mio cerchio della Fiducia! :aa10: non potrei sopportarlo... solitamente non confido a nessuno certe cose!!! :aa11:
...Niente è come Sembra ma tutto è come Appare...

Immagine Postata Immagine Postata Immagine Postata Immagine Postata
[/URL]

#15 Pen Pen :)

Pen Pen :)

    Contadino 農民

  • Utente
  • Punto
  • 36 Messaggi
  • Luogo京都。。だろう

Inviato 27 April 2010 - 11:30 AM

io a marzo di quest'anno sono scaduta T^T


anch'io sono scaduta (ma ad aprile) T^T.........

La kurisumasu keeki mi ha sconvolto il primo anno di lingua: la mia prof ci ha fatto vedere le foto del suo matrimonio in Giap e ci ha indicato una sua amica rivolgendosi a lei proprio con quel bellissimo termine XD. Stava insieme ad un ragazzo, i suoi genitori hanno scoperto che in realtà era un burakumin (discendenza di becchini) e avevano disapprovato il matrimonio... ma per loro era così un'onta che non potevanno ricorrere ad un "omiai riparatore" e quindi rimase una "kurisumasu keeki invenduta" XD.
La nostra risposta? Le dica di venire qui in Italia ;PPPPPPP.

Ot: l'altra cosa che mi lasciò sconvolta era la prima dichiarazione d'ammmmmore del marito all'epoca del fidanzamento... "wow, non avevo mai notato che hai gli occhi azzurri come il mio cane" (dopo 8 mesi di frequentazione) :sarcastic_hand: poveraccia!!!XD

#16 Teomat

Teomat

    Samurai 侍

  • Moderatore
  • 2394 Messaggi
  • LuogoZena (Genova)

Inviato 27 April 2010 - 12:54 PM

anche gli uomini in Giappone hanno delle "date di scadenza"?Immagine Postata
マッテオ


#17 lilyth

lilyth

    Samurai 侍

  • Utente
  • PuntoPuntoPuntoPuntoPunto
  • 1542 Messaggi

Inviato 28 April 2010 - 07:20 PM

anch'io sono scaduta (ma ad aprile) T^T.........

La kurisumasu keeki mi ha sconvolto il primo anno di lingua: la mia prof ci ha fatto vedere le foto del suo matrimonio in Giap e ci ha indicato una sua amica rivolgendosi a lei proprio con quel bellissimo termine XD. Stava insieme ad un ragazzo, i suoi genitori hanno scoperto che in realtà era un burakumin (discendenza di becchini) e avevano disapprovato il matrimonio... ma per loro era così un'onta che non potevanno ricorrere ad un "omiai riparatore" e quindi rimase una "kurisumasu keeki invenduta" XD.
La nostra risposta? Le dica di venire qui in Italia ;PPPPPPP.

Ot: l'altra cosa che mi lasciò sconvolta era la prima dichiarazione d'ammmmmore del marito all'epoca del fidanzamento... "wow, non avevo mai notato che hai gli occhi azzurri come il mio cane" (dopo 8 mesi di frequentazione) :sarcastic_hand: poveraccia!!!XD




ehmmm certo che il marito un pò più di romanticismo no? :sarcastic_hand:

#18 Kelevra

Kelevra

    Mercante 商人

  • Utente
  • PuntoPuntoPunto
  • 364 Messaggi

Inviato 28 April 2010 - 07:24 PM

se avanza qualche venticinquenne in scadenza ci sono io :aa15:
Alcuni compagni di classe mi accompagnarono
al binario e mi diedero ancora una volta del pazzo.
Poi il treno si mise in moto.
Avevo diciassette anni e ottomila franchi
in tasca convertiti in venticinque dollari.
La vita era bella.


Dominique Lapierre, Un dollaro mille chilometri

#19 Tsubaki

Tsubaki

    Mercante 商人

  • Utente
  • PuntoPuntoPunto
  • 624 Messaggi
  • LuogoLondon

Inviato 28 April 2010 - 08:49 PM

o mamma mia.... io sono scaduta ben oltre la data di scadenza.... direi da cestinare ahahah... :aa18:

come gusto mi reputo una vaniglia! si si.... sta bene con la cioccolata, con la frutta e pure coi cereali.... sisi sono una vaniglia! :aa2:

Cmq anche a me darebbe un fastidio enorme sentir qualcuno impicciarsi dei miei "affari/problemi non" di cuore, che se ne sta al di fuori del mio cerchio della Fiducia! :aa10: non potrei sopportarlo... solitamente non confido a nessuno certe cose!!! :aa11:

Sari ti quoto! anche io non sopporterei questa invadenza, ma tanto i giapponesi dal capo si fanno fare di tutto, quindi che faccia anche da semi-cupido può essere il minore dei mali :sarcastic_hand:

Confermo che la pratica dell'omiai è ancora diffusa, alcune mie amiche ci sono passate ed una si è accasata alla fine.
Direi che come dice giustamente Murasaki, per noi è una cosa impensabile, ma per loro è FUNZIONALE.

Ps. io pure sono scaduta, e sono al gusto di ciliegia :aa13:

#20 Tsubaki

Tsubaki

    Mercante 商人

  • Utente
  • PuntoPuntoPunto
  • 624 Messaggi
  • LuogoLondon

Inviato 28 April 2010 - 08:53 PM

se avanza qualche venticinquenne in scadenza ci sono io :aa15:

eheheeh Kelevra se ci mandi lo tsurisho noi valutiamo e ti facciamo sapere :aa16:




0 utenti stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi